Campagne Discovery

Come impostare una campagna Discovery su Google Ads
Home » Campagne Discovery

Tempo richiesto: 10 minuti.

Pubblicità digitale con le Campagne Discovery di Google Ads.

Questo tipo di campagne annunci è stato introdotto nel 2019, ma è disponibile a tutti solo da maggio 2020, ed ha rappresentato un evoluzione importante nell’espansione degli spazi pubblicitari su Google.

Vedremo insieme il perché di questo e scopriremo come sfruttarne al meglio le caratteristiche peculiari.

Se al “fai da te” preferisici l’assistenza di un professionista certificato epr le tue iniziative pubblicitarie su google puoi visitare questa pagina e chiamarci.

  1. Campagne annunci Discovery

    1.1 Come sono le campagne Discovery
    1.2 I vantaggi delle campagne Discovery

  2. Creazione di una campagna annunci Discovery
    2.1 Come creare una campagna annunci Discovery
    2.2 Il targeting delle campagne Discovery
    2.3 Le strategie di offerta ed il budget delle campagne Discovery

    2.4 Criteri basi per la creazione di un annuncio Discovery
    2.5 Annunci Discovery ad immagine singola
    2.6 Annunci Discovery carousel

Campagne annunci Discovery

Campagne Discovery

Come sono le campagne Discovery

Le campagne Discovery di Google sono pensate per raggiungere un numero di utenti più alto possibile.

Le tradizionali campagne annunci pensate per la rete ricerca ad esempio, composte perlopiù di testo, forniscono soltanto informazioni essenziali, non possono garantire la visibilità di altri media più avanzati.

I canali di navigazione a loro volta sono cambiati e si sono enormemente ampliati.

Tutto ciò è valido anche per quanto riguarda le modalità con cui gli internet users acquistano prodotti e ne scoprono di nuovi.

In questo contesto si collocano le campagne Discovery, che sono pensate per incontrare gli utenti durante la navigazione nei feeds personalizzati delle sezioni notizie, nei video e nei social networks, e nelle diverse fasi del loro processo di ricerca.

Nonostante si tratti di campagne visual molto sviluppate, si differenziano della campagne Display e sono pubblicate su YouTube, Gmail nelle sezioni “Promozioni” e “Social” e nella sezione Discovery di Google.

La differenza sta nell’intento esplorativo, infatti non rispettano soltanto la personalizzazione dei feeds ma hanno un intento anche propositivo.

Se ti interessa scoprire qualcosa in più su tutti gli altri tipi di campagne leggi questo articolo del nostro blog.

I vantaggi delle campagne Discovery

  • Le campagne Discovery ti permettono di raggiungere la tua audience ideale con un’unica campagna annunci.
  • Come anticipato nel paragrafo precedente, questi annunci sono pubblicati sulla rete più ampia in assoluto, con un bacino di utenza complessivo di quasi 3 miliardi di persone al mese.
  • Google interpreta al meglio le interazioni degli utenti per mostrare gli annunci più pertinenti e nel momento migliore.
  • I formati degli annunci sono di tipo nativo, cioè sono sviluppati per apparire e rendere al meglio su tutte le proprietà di Google durante la navigazione. Il machine learning contribuisce a creare e scegliere quelli più performanti per migliorare il rendimento degli annunci.
  • Integrano opzioni di offerta automatica e sfruttano il machine learning per raggiungere gli obiettivi di rendimento.

Creazione di una campagna annunci Discovery

campagne discovery
immagine di google: esempio di posizionamenti per le campagne discovery: Youtube, News e Gmail

Come creare una campagna annunci Discovery

Vediamo come impostare correttamente una campagna Discovery.

Dal nostro account Google Ads accediamo alla sezione campagne del menù “Pagine” che troviamo a sinistra.

Cliccando il simbolo + iniziamo la creazione di una nuova campagna.

Scegliamo tra gli obiettivi quello che ci interessa:

  • Vendite
  • Lead
  • Traffico sul sito web
  • Nessun obiettivo

A questo punto scegliamo come tipo di campagna quella Discovery ed impostiamo il targeting geografico e di lingua.

Essendo perlopiù campagne con funzioni automatizzate non possiamo impostare alcune funzioni. Vediamo quali:

  • Le strategia di offerta manuali
  • Il metodo di pubblicazione
  • Il targeting per dispositivo
  • Il targeting per posizionamento
  • La quota limite
  • La rotazione degli annunci
  • Il targeting contestuale

Ora la campagna è pronta per essere strutturata in base ai segmenti di pubblico che vogliamo raggiungere.

Il targeting delle campagne Discovery

Le opzioni di targeting disponibili per le campagne annunci Discovery prevedono l’utilizzo dei segmenti di pubblico personalizzati, di quelli di dati e di quelli in-market.

  • i segmenti di pubblico personalizzati per intenzione. Questi segmenti sono creati automaticamente e corrispondono a quelli per la rete Display. Servono ad individuare una tipologia di potenziale cliente in base a passioni, abitudini, interessi, intenzioni di acquisto. Si differenziano a seconda dell’obiettivo della campagna.
  • i segmenti di dati. Questi dati degli utenti che visitano un sito web oppure una app sono raccolti da degli snippet. È necessario impostare delle regole per la raccolta dei dati, ed impostare anche la durata inclusione che determina i tempi di permanenza degli utenti nel segmento.
  • i segmenti in-market. Utili a trovare gli utenti che stanno cercando prodotti sul mercato o hanno manifestato intenzioni di acquisto. Si prestano alle campagne che hanno come obiettivo le vendite.

Le strategie di offerta ed il budget delle campagne Discovery

Nelle campagne Discovery non sono disponibili le offerte manuali basate sul costo per click.

Sarà Google Ads ad impostare automaticamente l’offerta migliore in base alla probabilità che gli annunci hanno di generare un click o una conversione.

Le strategie di offerta automatiche possono aiutarti a raggiungere un obiettivo specifico, come maggiore visibilità, più click e conversioni, e migliorano con il tempo. Infatti utilizzano i dati sul rendimento delle tue strategie in corso per ottimizzarsi.

Riguardo al budget Google consiglia di impostarne uno adeguato, per consentire al machine learning di ottenere un numero sufficiente di dati per migliorare il rendimento costantemente.

In questo caso suggerisce di stanziare un budget giornaliero almeno 10 volte superiore al CPA target (Costo per azioni in-APP).

Considera di non apportare modifiche prima di aver raggiunto almeno le 40 conversioni per dar modo alla strategia di sviluppare il suo potenziale e di adattarsi automaticamente. Questo periodo è definito come “Apprendimento”, dura due settimane e le fluttuazioni del rendimento sono irrilevanti .

Per verificare perché la strategia è in fase di apprendimento passa il mouse sullo “Stato”.

Criteri base per la creazione di un annuncio Discovery

Le immagini nelle campagne Discovery sono estremamente importanti.

Come abbiamo accennato nell’introduzione si tratta di annunci di tipo visuale, che mirano a catturare l’attenzione dell’utente per presentargli novità e prodotti.

Anche se Google ci aiuta ottimizzando al meglio i formati per gli spazi, come sempre la qualità dei nostri contenuti sarà fondamentale nel determinare il rendimento della campagna.

Se vuoi contattarci per maggiori informazioni esplora il nostro sito e compila il modulo di contatto a questo link.

Scegli titoli, descrizioni, immagini e loghi. Per le immagini utilizza possibilmente quelle di più alta qualità di cui disponi. Puoi decidere di riutilizzare quelle in uso nelle campagne in corso che hanno i migliori rendimenti.

Imposta il tagging a livello di sito per il monitoraggio delle conversioni.

Sappi che potrai ottimizzare la campagna già durante la sua creazione grazie ad i suggerimenti di Google.

Riceverai notifiche riguardo a potenziali problemi di rendimento oppure ad altri aspetti che potrebbero perfino impedirne la pubblicazione.

Puoi creare un annuncio ad immagine singola o a carosello di immagini.

Annunci Discovery ad immagine singola

Procedi alla creazione dell’annucio a immagine singola caricando gli assets obbligatori cioè l’URL, fino a 5 titoli di massimo 40 caratteri, fino a 5 descrizioni di massimo 90 caratteri e la Ragione Sociale di massimo 25 caratteri.

Scegli il formato dell’immagine tra quelli proposti: orizzontale, quadrata, verticale o logo quadrato di dimensione massima 5 MB. Ognuno di questi formati ha caratteristiche specifiche e si presta ad immagini di diverso formato.

Puoi caricare fino a 20 immagini e 5 loghi e ritagliare i contenuti per adattarli al formato che preferisci.

Usa titoli significativi per le immagini e le pagine di destinazione a cui li associ.

Per ottenere il massimo della copertura visiva usa le immagini orizzontali di formato 1.91:1 ed utilizza i formati JPG, PNG e GIF statico.

Crea un testo di invito all’azione oppure impostalo su “automatico”.

È possibile anche configurare un estensione modulo per i lead. Questa estensione consente di inserire un modulo compilabile dagli utenti con le proprie informazioni nell’annuncio, garantendoci nuove lead.

Gli annunci carousel discovery richiedono gli stessi assets obbligatori ma ti permettono di usare più immagini.

Ricorda che in questo caso tutte le schede degli annunci devono essere approvate, altrimenti non verranno pubblicate.

Potrai caricare minimo 2 immagini fino ad un massimo di 10 di formato 1:1.91 o 1:1 e un logo che verrà arrotondato, di dimensioni massime 5 MB e che supporta tutti i formati non GIF.

In questo caso tutte le schede dovranno avere le stesse proporzioni altrimenti gli annunci non verranno salvati. Le schede verranno riprodotte nell’ordine di creazione.

Se impostare campagne efficaci per il tuo sito o sistema di acquisizione su google puoi visitare questa pagina e prenotare una richiamata. Qui una delle guide ufficiale di Google. Good Luck.

0 0 voti
Votazione
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Commento in linea
Vedi tutti i commenti

Tabella dei Contenuti

0
Facci sapere come la pensi...x