Le campagne Google AdWords

come fare campagne google adwords
Simone Grigoli
Simone Grigoli

“Cresci un pò ogni singolo giorno” 

Home » Pubblicità » Google Ads » Le campagne Google AdWords
come fare campagne google adwords

Shooting Studio è Google Partners, contattaci per impostare al meglio tutte le campagne su Google AdWords.

Per chiarezza Google AdWords ha cambiato denominazione nel 2018 in Google Ads, ma la prima denominazione vi ricorderà sicuramente qualcosa.

Il nome AdWords richiamava in particolare le campagne sulla rete di ricerca basate sulle parole chiave. E’ stato poi sostituito con Google Ads perchè oggi l’adwords è solo una parte delle possibilità di inserzione.

Infatti il sistema è stato sviluppato e permette di inserire molte tipologie di campagne differenti, Ads si riferisce genericamente agli Advertisements, cioè a tutti tutti i tipi di inserzioni specifiche per farsi trovare.

La pubblicità su Google ha una grande copertura, visto il numero di utenti che effettuano ricerche sul motore di ricerca.(circa il 95% degli utenti, fonte Google). Non solo, infatti dentro Google Ads oggi troviamo anche la possibilità di inserire spot pubblicitari su Youtube, per esempio, il più grande motore di ricerca per i video al mondo.

Anche per questo motivo il sistema pubblicitario di Google è l’ideale per tutti i tipi di impresa.

Ad esempio se abbiamo un piccola attività ed il nostro obiettivo è aumentarne la visibilità Google è il mezzo perfetto. Grazie agli strumenti che offre, permette di concentrare gli sforzi pubblicitari proprio sull’aspetto che vogliamo migliorare.

Se vuoi affidarti a degli esperti di campagne pubblicitarie per promuovere efficacemente la tua attività scrivi a Shooting Studio.

Shooting Studio è Google Partners certificato e può gestire al meglio la comunicazione per la tua azienda.

Le campagne Google AdWords

Cosa sono le campagne Google AdWords

Campagne pubblicitarie che permettono inserzioni su tutte le reti di Google. Infatti Google oggi ha 8 reti.

Vediamo cosa sono le campagne Google Adwords e dove è possibile pubblicare le inserzioni:

  • La rete di ricerca ed i partners di ricerca.
  • Youtube e la rete video.
  • il circuito Display dei siti e App partners di Google.
  • Il play store per le App.
  • gli annunci in mail su Gmail.
  • le mappe di Google Maps.
  • la rete di news.

Da un solo account creato in Google Adwords sarà possibile creare diverse tipologie di campagne per comparire davanti agli utenti preferiti.

Sono quindi campagne pubblicitarie di Advertisment, Display(banners) o di permission marketing(inserzioni in GMAIL degli utenti).

le campagne su Google Ads sono suddivise per obbiettivi e permettono agli inserzionisti ampia scelta per le creatività.

Il sistema di inserzioni, l’algoritmo ed il machine learning di Google sono tecnologicamente avanzati e se ben impiegati, permettono di ottenere risultati ancora migliori.

Il sistema di riferimento per il marketing a disposizione di tutte le aziende.

Come creare una campagna Google AdWords.

Come fare una campagna Google Adwords?

Una volta impostato un account Google Ads, per prima cosa individuiamo nel menù a sinistra la voce Campagne.

Creiamone una nuova con il pulsante + e scegliamo il nostro obiettivo.

Come abbiamo detto nell’introduzione è questa la caratteristica che distingue le campagne AdWords dalla maggior parte delle altre.

A differenza di una campagna su un social media, gli utenti che andremo ad individuare e ad incontrare, grazie a Google Ads, saranno proprio coloro che stavano cercando prodotti o i servizi simili a quelli che offriamo.

Le iniziative pubblicitarie sui social non sono comunque da sottovalutare. Garantiscono grande visibilità ed impressions.

Tuttavia, soprattutto per gli imprenditori che sono nella fase di lancio del proprio business, oppure che semplicemente vogliono ottimizzare al massimo le risorse per aumentare leads e conversioni, gli strumenti che consigliamo sono le campagne Google Ads.(più gli altri strumenti della Google Marketing Platform)

I tuoi investimenti in pubblicità non saranno sprecati o casuali, perché impostando un budget e degli obiettivi Google ti aiuterà a raggiungerli, pur non perdendo mai di vista i costi ed i risultati.

Le informazioni che fornirai ti aiuteranno a capire come fare una campagna Google Adwords in modo guidato con la modalità semplificata.

Come fare campagne Google Adwords in modalità avanzata?

Utilizza Shooting Studio e gli strumenti di monitoraggio avanzati che forniamo per avere risultati migliori, ecco la pagina di riferimento.

Il costo di una campagna Google AdWords

Come punto di forza ulteriore Google offre il controllo sul budget, sui risultati e sulla pertinenza.

In particolare il costo di una campagna Google AdWords può essere impostato dall’inserzionista in modo da rientrare nel budget previsto. Il sistema si occuperà di rispettare le scelte degli inserzionisti.

Inoltre fornirà consigli sull’incremento dell’investimento per chi vuole ottenere una copertura maggiore, per esempio.

Le tipologie di campagne Google AdWords

Le campagne Search (rete di ricerca)

Questo tipo di campagne è il più utilizzato, ed è finalizzato a posizionare il tuo annuncio ai primi posti della SERP (Search Engine Results Page) di Google.

Gli annunci vengono posizionati nelle pagine di ricerca di Google e sono composti di solo testo, contrassegnati come “Annunci” o “Ads” in inglese.

I campi da compilare per la creazione dell’annuncio, sono nella prima riga l’URL della landing page, poi i titoli di 30 caratteri, di modo che l’algoritmo trovi più corrispondenze possibili. Allo stesso scopo vanno scritte le descrizioni di 90 caratteri.

Per alcune attività di servizi, ci sono gli annunci locali. Scopri di più sull’argomento in questo articolo.

L’efficacia delle campagne sulla rete di ricerca dipende dalle parole chiave scelte, dalla qualità dell’annuncio, della strategia di offerta e dalla pagina di destinazione. Il presupposto principale comunque rimane la validità dell’offerta o bontà del contenuto pubblicizzato.

Anche la possibilità di scegliere l’audience a cui rivolgersi è importante, infatti gli annunci possono comparire in modo mirato solo ad alcuni segmenti di utenti. Per fare un esempio potremmo voler mostrare un’annuncio dolo a donne, oppure a uomini dai 18 ai 24 anni.

Le campagne sulla rete di ricerca sono molto apprezzate proprio perché permettono l’incontro tra i potenziali clienti che cercano e aziende che offrono.

Se vi interessa l’argomento potete leggere il paragrafo dedicato alle keywords dell’articolo su Google Ads.

Le campagne Display

Il display networks, comprende anche YouTube, Il network raccoglie il 90% del traffico e si presta particolarmente bene a fare branding (la promozione di un marchio), ed a raccogliere impressions (genericamente visualizzazioni).

Gli annunci pubblicitari in questo caso sono sotto forma di banner di testo e immagini, animazioni, oppure brevi video. Possono comparire nei siti e nelle App che fanno parte della rete Display di Google.

Sono adattabili automaticamente per dimensioni, spazio e formato a qualsiasi spazio pubblicitario disponibile, ottimizzandone il rendimento.

Soltanto la combinazioni e la dimensioni ottimali dei contenuti che carichi su Google Ads (immagini, loghi, titoli, video e descrizioni) vengono poi visualizzati. Google inoltre offre anche una galleria gratuita di immagini, per alcuni degli inserzionisti.

Le inserzioni possono anche essere integrate nelle pagine come native, nel senso che appaiono con il tipo di carattere e nello stile del sito del publisher.

Puoi caricare anche annunci illustrati di diverse dimensioni o in HTML5, per mostrare fedelmente l’immagine del tuo brand.

Infine puoi ottimizzare la campagna durante la sua creazione, ricevendo notifiche relative a potenziali problemi di rendimento.

A differenza degli annunci sulla Search, gli annunci Display ti permettono di raggiungere gli utenti interessati anche prima che abbiano effettuato una ricerca di un determinato servizio o prodotto.

Per esempio possiamo pubblicare annunci Display in alcune categorie che trattano argomenti inerenti alla nostra attività.

Una differenza sostanziale per la tua strategia di marketing. Le campagne Display di Google Adwords sono utili anche per il remarketing e la vendita di prodotti o per trovare segmenti di pubblico interassati.

Lancia la tua campagna con Shooting Studio, vedi la pagina di riferimento per le inserzioni Display.

Le campagne sulla casella di posta di Gmail

esempio annunci in gmail di google adwords
2 esempi di annunci in Gmail

Questi annunci, che fanno parte della rete Discovery, sono pubblicati nelle caselle di posta Gmail degli utenti.

Le campagne Google Ads su Gmail cercano correlazioni con gli utenti più potenziali. Possono contenere anche video, sono annunci di testo cliccabili che aprono un’inserzione più grande. Il costo viene addebitato all’inserzionista solo se fa click sull’esperienza a schermo intero.

annuncoi in gmail di google adwords dopo il primo click
Esempio di un annuncio in Gmail, ecco come si visualizza dopo il primo click. Inserzione tramite campagne Google Adwords

Sono molto efficaci su dispositivi mobili e hanno un tasso di apertura del 50%.

Tuttavia non sono dirette come quelle sulla rete di ricerca, in quanto gli utenti in questo caso visualizzano le inserzioni mentre stanno facendo un’altra attività.

Per questo il contenuto accattivante ed un buon posizionamento sono determinanti nel convincere l’utente a cliccare per saperne di più.

La targettizzazione adeguata degli annunci per argomenti ed interessi, e l’utilizzo di funzioni come il remarketing dinamico contribuiscono a migliorare la qualità dell’audience.

Il meccanismo del Costo Per Click di Google ci aiuta a far si che il nostro budget per una campagna non sia sprecato.

Le campagne Google Shopping

campagne Google Adwords per la vendita di prodotti, gli annunci shopping

Questo tipo di campagne Google Ads è il più adatto per promuovere i prodotti.

Nello specifico puoi promuovere il tuo inventario, aumentare il traffico sul sito web o presso il negozio locale, ma anche trovare potenziali clienti.

Dovrai caricare i dati dei tuoi prodotti sul Merchant Center, che è la piattaforma dove potrai gestire il tuo e-commerce. Dopodiché sarà tutto pronto per creare una campagna annunci Shopping.

Ottimizzare gli “attributi” delle schede prodotto con le keywords più adatte è fondamentale per far apparire il tuo annuncio in modo pertinente quando gli utenti faranno ricerche corrispondenti.

Gli annunci Shopping sono pubblicabili su Google e sul web in posizioni ideali, di modo che i potenziali clienti più adatti le vedano.

Soprattutto potrai farli apparire nella scheda Shopping della pagina di ricerca di Google.

Questa è un interfaccia e-commerce con la possibilità di applicare filtri di prezzo, marca colore, offerte, venditore ed altri.

La scheda Google Shopping è un ottimo aggregatore e comparatore di prodotti per gli e-commerce.

Infatti ti permette anche di comparare le tue offerte con quelle della concorrenza, fornendoti dei dati per adattare al meglio le tue strategie commerciali.

Le campagne video YouTube sulla web tv per categoria più guardata al mondo.

Queste campagne di annunci sono pubblicate su YouTube e sulle smart tv che supportano l’app di YT, oppure sui browser. Ne fà parte anche la rete Display.

YouTube è il secondo sito al mondo per numero di visualizzazioni dopo Google, dal quale è stato acquisito nel 2006. Per questi motivi, oltre al legame diretto con Google Ads, è sicuramente uno dei media più interessanti per promuovere i propri prodotti.

Il raggiungimento di un’utenza numerosa e segmentata per interessi è assicurato.

Per quanto riguarda il costo della campagna Adwords per Youtube, è variabile e si paga a impressions, non per click. Se volete fare pubblicità gratis su Youtube.com potete leggere questo articolo sull’utilizzo in modo gratuito di Youtube per farsi pubblicità.

Esistono più tipi di annunci video:

  • In-stream: vengono trasmessi prima, durante e dopo la fine del video, su YouTube ed i siti partner oltre che in App. Sono quelli che possono essere saltati dopo 5 secondi cliccando in basso a destra quando finisce il countdown, riprendendo la visione del video.
  • Video Discovery: appaiono nella colonna di destra di YouTube come suggerimenti e nelle pagine di ricerca.
  • Bumper: sono trasmessi allo stesso modo di quelli in-stream ma durano 6 secondi e non sono skippabili. Il pagamento anche in questo caso avviene ad impressions.
  • True-view e True-view for action, insieme ad altre tipologie di annunci permette ancora altri posizionamenti.

Se vuoi lanciare la tua campagna su Youtube.com in modo efficace, puoi avvalerti di Shooting Studio, per la creazione dei video o per la pubblicazione efficace. Questa è la pagina dedicata.

Le campagne per App

Le campagne Google Ads per Applicazioni sul mobile sono anche dette universali, perché consentono di pubblicizzare la tua App su tutte le piattaforme di Google.

Non dovrai creare singoli annunci. Sarà Google, utilizzando le informazioni della scheda, dello store, della tua App a creare una serie di annunci in diversi formati.

Questa volta dovrai fornire le informazioni su lingua e località, contenuti di testo, delle immagini e dei video, oltre a specificare un budget ed un’offerta iniziali.

Verranno pubblicati solo gli annunci che hanno il rendimento migliore senza bisogno di ottimizzazioni da parte tua.

Ci sono 3 tipi di campagna per app:

  • Installazioni di App: incoraggia gli utenti a scaricare la tua App. Automatizza il targeting e le offerte verso azioni specifiche da te scelte per ottimizzare il rendimento di ogni download.
  • Coinvolgimento in App: indirizza chi ha già la tua App verso pagine mirate, per incentivarne l’utilizzo. (infatti un’app su 4 viene utilizzata dopo il download, le altre no.)
  • Preregistrazioni di App (Android): pubblica annunci prima del lancio dell’App stessa su Google Play per aumentare l’attesa e l’Awarness. Offre la possibilità di preregistrarsi agli utenti.

Ma dove saranno pubblicati i tuoi annunci nello specifico?

Sulle piattaforme di Google, in particolare sul Play Store e in App partner di Google che ospitano posizioni pubblicitarie.

  • Sulla rete di ricerca ed presso i partners Google. Abbina il tuo annuncio alle keywords pertinenti con la tua App o la categoria. Per farlo usa ad esempio le parole che hanno indirizzato gli utenti alla tua App.
  • Su Google Play gli annunci vengono pubblicati nei risultati di ricerca del Play Store stesso, nella sezione App correlate e nella home page di Google Play come consigliati per te.
  • Su YouTube in pagine o contenuti pertinenti. Per quanto riguarda le installazioni e le preregistrazioni gli annunci vengono collocati in posizioni ideali dove poter essere trovati e cliccati. Possono contenere video, testo, icone e pagine dello store; valgono anche per App YouTube ed inviano direttamente alle schede del Play Store per il download. Nel caso della preregistrazione, inviano una notifica quando l’App è disponibile.

Questi annunci son pubblicati sulla rete Display, in particolare in Gmail, altre App, siti di notizie pertinenti ed altri siti, blog. Per quanto riguarda i contenuti e la collocazione vale quanto già detto per gli annunci pubblicati nelle altre reti.

Possiamo aggiungere che Google ottimizza i posizionamenti con il targeting automatico.

Ad esempio impostando un CPA (Cost Per Action), Google Ads ti aiuterà a massimizzare le conversioni tenendo sotto controllo i costi per la campagna Adwords, ottimizzandola secondo il valore da te impostato. Anche in questo caso il costo della campagna Google Adwords potrà essere prestabilito, insieme al costo per singola azione. (riguarderà i singoli downloads e le preregistrazioni)

Infine possono essere pubblicati anche su Discovery di Google, anche se per il momento è disponibile solo in inglese. Gli annunci in questo caso verranno pubblicati sulla base degli interessi specificati dagli utenti. Infatti Discover è un feed altamente specializzato e non richiede una ricerca da parte dell’utente.

Puoi trovarlo nella sezione della pagina di ricerca Google su browser, in Chrome, e sulla App di Google per Android nella sezione altro. Ma anche cliccando sulla “G” nella barra di ricerca del tuo dispositivo mobile, e lo troverai in una nuova barra in basso a sinistra.

I gruppi di annunci

Con le campagne Google AdWords puoi organizzare i tuoi annunci in gruppi.

Ogni gruppo può contenere uno o più annunci che hanno obiettivi simili ma per esempio pubblici e creatività differenti.

Gli annunci possono essere organizzati ad esempio per tema o tipo di prodotti e servizi simili.

Molti inserzionisti creano gruppi di annunci che si basano sulle sezioni o le categorie del proprio sito internet.

Per ogni categoria creata, per esempio per i gruppi di annunci sulla rete Search, verrà scelta una lista di parole chiave che attiveranno l’annuncio correlato.

Il prezzo o l’offerta che puoi impostare per le parole chiave associate ad un annuncio, e che come abbiamo detto servono ad attivarlo, è il CPC (costo per click).

É possibile impostare anche prezzi differenti per singole parole all’interno di un gruppo.

Come gli altri tipi di campagne, anche quelle per gruppi di annunci sono modificabili ed è possibile metterle in pausa dal menù “Gruppi di annunci” della dashboard di Google Ads.

Le regole per le campagne pubblicitarie

Teniamo presente che le campagne pubblicitarie su Google sono soggette a norme editoriali e sono sottoposte a controlli prima della pubblicazione.

In generale le norme di Google coprono quattro macro-aree:

  • Contenuti vietati: prodotti o servizi contraffatti, pericolosi, favoreggiamento di comportamenti disonesti, contenuti inappropriati.
  • Pratiche vietate: riguardano abusi della rete pubblicitaria, la raccolta e l’utilizzo dei dati, la rappresentazione ingannevole.
  • Funzionalità e contenuti soggetti a limitazioni: determinati tipi di annunci sono soggetti a limitazioni per i minori di 18 anni. Tra le categorie oggetto di limitazioni troviamo i contenuti di natura sessuale, gli alcolici, copyright, giochi e scommesse etc.
  • Requisiti redazionali e tecnici.

Per leggere la documentazione ufficiale di Google clicca qui.

Le Campagne Google ads Grants

Questa è un’iniziativa di Google no profit per le Onlus e associazioni senza scopo di lucro. Infatti, dopo essere accettati nel programma, sarà possibile usufruire di un credito pubblicitario fino a 10.000 euro annui per sponsorizzare la propria attività su Google.

Qui la pagina ufficiale di Google da dove è possibile anche inoltrare la richiesta per essere accreditati.

Un valido aiuto da parte di Google per abbattere il costo delle campagne Google Adwords per le attività no profit.

Anche in questo caso Shooting Studio può gestire per te le inserzioni. Chiamaci o scrivici da questa pagina.

A presto!

0 0 voti
Votazione
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Commento in linea
Vedi tutti i commenti
Didattico

Tabella dei Contenuti

0
Facci sapere come la pensi...x