Google Ads come funziona

come funziona google ads? contenuto di questa guida
Simone Grigoli
Simone Grigoli

“Cresci un pò ogni singolo giorno” 

Home » Pubblicità » Google Ads » Google Ads come funziona

Tempo richiesto: 19 minuti.

Scopriamo come funziona Google Ads e come può portare risultati pertinenti e monitorabili anche per il tuo business.

Fino al 2018 conosciuto come Google Ad Words, Google Ads è una sofisticata piattaforma di marketing. Permette di inserire degli annunci pubblicitari all’interno delle reti di Google.

L’efficacia della pubblicità su Google è dovuta soprattutto al fatto che detiene i motori di ricerca più visitati al mondo.

I suoi utenti non sono solo internet users alla ricerca di svago, ma anzi il più delle volte navigano al fine di trovare soluzioni affidabili, anche per il proprio business.

Per questi e molti altri motivi una efficace gestione delle strategie pubblicitarie della propria attività non può non prevedere l’utilizzo delle campagne Google Ads.

Se vuoi saperne di più visita questa pagina o scrivici qui.

  1. Cosa è Google Ads

    1.1 Come pubblicizzare la tua attività su Google ads
    1.2 Creare un account Google Ads
    1.3 Quanto costa Google Ads
    1.3.1 Quanto costa Youtube Ads
    1.4 Perchè utilizzare le inserzioni pubblicitarie su Google Ads?
    1.5 Chi può realizzare campagne che funzionano su Google Ads?
    1.6 Quando utilizzare Google Ads? Come funziona il tuo sistema di acquisizione?

  2. Come usare Google Ads: gli annunci

    2.1 Come impostare una campagna annunci
    2.2 Il targeting delle campagne annunci
    2.3 La scelta delle keywords
    2.4 La corrispondenza delle keywords
    2.5 L’offerta ed il budget per gli annunci
    2.6 Come funziona Google Ads: le aste per gli annunci
    2.7 Le strategie di offerta per gli annunci

  3. Le diverse tipologie di campagne

    3.1 Le campagne search, comparire sulla rete di ricerca di Google
    3.2 Il circuito di App e siti internet più grande al mondo, le campagne display di Google
    3.3 Le inserzioni in mail con le campagne per Gmail
    3.4 Gli annunci shopping per aumentare la visibilità dei prodotti con Le campagne shop
    3.5 Le campagne app per promuovere Applicazioni
    3.6 Le video campagne e gli annunci su YouTube
    3.7 La campagna discovery
    3.8 Le nuove campagne performance max
    3.9 Promozioni e visite ai negozi locali
    3.9 Le regole per le campagne pubblicitarie

  4. Le metriche e gli altri elementi della campagna, come funzionano per Google ads?

    4.1 Cosa determina il ranking dell’annuncio
    4.2 I gruppi di Annunci o gruppi di adset
    4.3 Gli annunci e le estensioni
    4.4 Le metriche principali ed i KPI

  5. Quali sono gli altri elementi dell’account di Google ads? Come funzionano?

    5.1 Google Ads express per impostare le campagne in modo facile e veloce
    5.2 I gruppi di utenti e la segmentazione: elenchi di pubblico di Google Ads
    5.3 Cosa sono le conversioni dell’account di Google Ads?
    5.4 Le altre librerie condivise e gli elenchi
    5.5 Gli strumenti di pianificazione e di previsione del rendimento
    5.5.1 Il keyword planner

  6. Altri tools che utilizziamo per capire tutto sulle visite al sito e migliorare i risultati

    6.1 Google ads editor il tool per pianificare campagne da offline

  7. Account particolari per Google ads

    7.1 Gli account semplificati per gli annunci locali di Google
    7.2 Google grants, un supporto apposito per le no profit
    7.3 Le Campagne per Hotel e case vacanze di Google ads

Cosa è Google Ads

Come pubblicizzare la tua attività su Google Ads

Google Ads è la piattaforma studiata dalla Big G per permettere agli utenti di creare e pubblicare campagne pubblicitarie sulle sue reti.

Perché iniziare a pubblicare annunci?

Grazie a questo servizio riuscirai a far crescere la tua attività incrementando il traffico verso il tuo sito web. Aumentare le vendite, le prenotazioni dei tuoi servizi e acquisendo contatti di nuovi potenziali clienti è la conseguenza.

Aumenterai l’interesse verso la tua attività moltiplicando le richieste di informazioni in vari modi, riceverai più telefonate e potrai attrarre persone verso il tuo negozio.

Il tuo business avrà la migliore vetrina sulla piazza garantendoti una visibilità eccezionale. Grazie al sistema di pagamento di Google, pagherai solo per gli utenti che dimostreranno un interesse diretto cliccando sull’annuncio.

Inoltre l’efficacia e la qualità della tua campagna pubblicitaria saranno completamente monitorabili e adattabili in tutti gli aspetti.

Gli annunci a pagamento hanno la priorità su tutti gli altri. Vengono scelti da un algoritmo che considera molte variabili per determinarne il ranking, chi vince ogni singola asta e la pertinenza.

Il ranking di un annuncio rispetto ai suoi diretti concorrenti è a sua volta determinato da Google con un meccanismo di aste. L’entità dell’offerta economica non è l’unica variabile a determinarne la posizione rispetto agli altri.

A questa si aggiunge un quality score dell’annuncio, che è il risultato della valutazione di più parametri come la posizione media di annunci precedentemente pubblicati, la qualità dell’URL di destinazione ma anche la pertinenza rispetto alla landing page.

Creare un account Google Ads

Come al solito per coloro che sono già utenti Google questo servizio è facilmente attivabile dal proprio account e non ha spese iniziali da sostenere.

Per iniziare su Google ads parti da qui, potrai da subito impostare una nuova campagna in base alle tue esigenze e monitorarla dalla dashboard.

Così facendo scopriraio come funziona Google Ads in modalità express.

In alternativa per avere un set up iniziale più preciso e completo è possibile impostare la modalità avanzata. Questa permette di utilizzare al meglio tutte le funzioni avanzate di Google Ads.

Per chi invece non ha un account sarà necessario crearlo.

Se vuoi affidarti a degli esperti di campagne pubblicitarie per promuovere in modo funzionale il tuo business tramite Google Ads, scrivi a Shooting Studio qui.

Shooting Studio è Google Partners certificato e può gestire la comunicazione della tua azienda.

Quanto costa Google Ads

Google da sempre offre il controllo sulla spesa pubblicitaria per i propri inserzionisti.

Mette a disposizione quanto di più avanzato per ottimizzare il rendimento e la migliorare la spesa quindi.

Con il sistema del pay per click o pagamento dopo il click, l’inserzionista è sicuro di poter pagare solamente per i risultati.

Quindi è l’inserzionista che può decidere quale badget dedicare a una singola campagna oppure quanto spendere al giorno. A partire da pochie euro giornalieri si possono avere già dei piccoli risultati.

Quanto costa la pubblicità su Youtube.com

La pubblicità video invece si calcola sulla base delle visualizzazioni e interazioni con l’annuncio.

Non è vero che la pubblictà su Youtube costa di più rispetto a tutte le altre reti di Google, ma è vero che organizzarla è più costoso per le aziende. Questo perchè bisogna creare dei video appositi.

Quindi le strategie di offerta cambiano e anche il metodo di misurazione dei KPI. I risultati possono essere migliori o peggiori questo dipende dall’efficacia del video, pagina destinazione e sistema di acquisizione in generale.

Se vuoi realizzare video per youtube puoi visualizzare questa pagina.

Perchè utilizzare le inserzioni pubblicitarie su Google Ads?

Perchè fare advertising è il modo che consiglio maggiormente per promuoversi.

Farsi trovare dagli utenti che cercano aziende, servizi o prodotti simili ai tuoi è il metodo più pertinente per ottimizzare i budget. Questo va impostato prima si andare a “pescare” nuovi clienti con gli altri metodi, che sono più costosi.

Dare una risposta alla “domanda consapevole” con questo tipo di pubblicità, è efficace.

Dai tempi degli elenchi telefonici. Io chiamo “diretta” questo tipo di inserzione per semplificare, ma soprattutto per spiegare meglio un altro concetto di non poco conto.

Intendo infatti dire, che con questo tipo di inserzioni si colpisce direttamente l’utente. Questo perchè è lui che sta cercando direttamente qualcosa.

Sarà quindi, molto più ricettivo rispetto a un utente a cui viene somministrato un altro tipo di messaggio pubblicitario”indiretto”, come per esempio un volantino in cassetta, uno slogan su un cartellone o pubblicità tramite banner posizionati in modo casuale su internet.

" Essere nel posto giusto, al momento giusto
con il messaggio giusto "
  
  

Chi può utilizzare Google Ads?

Google ads come funziona

Ogni azienda abilitata al commercio oppure ogni libero professionista che offre servizi in modo professionale può accedere a Google Ads e beneficiare delle inserzioni.

Tranne alcune categorie che sono escluse o hanno limitazioni. Vedi qui alcune norme di Google.

Anche i privati possono utilizzare Google ads, in Italia però, non di rado, un privato commette una o più infrazioni alla legge solitamente, soprattutto se vuole vendere qualcosa.

Chi può realizzare campagne che funzionano su Google Ads?

Noi per esempio possiamo impostare campagne per ogni tipo di business idoneo. Abbiamo esperienza, certificazioni di Google e storico dei risultati raggiunti.

Non solo, infatti impostiamo anche i KPI per i clienti e li monitoriamo.

Creiamo anche gli obbiettivi per le campagne digitali e li monitoriamo in vari modi, browser, server side. Inoltriamo le informazioni a Google, che farà funzionare meglio il sistema di inserzioni se ha questi dati.

Creiamo le campagne e le creatività adatte per ogni tipo di campagna, testo, immagini, animazioni e veri e propri video, dove facciamo il montaggio oppure il riadattamento oppure anche con riprese direttamente e con i nostri fotografi e video maker.

Se per esempio non vengono fatte tutte queste cose, allora anche noi possiamo dire che Google ads non funzionerà al meglio.

Affidati ad esperti di campagne pubblicitarie per promuovere in modo funzionale il tuo business tramite Google Ads, scrivi a Shooting Studio qui, siamo Google Partners.

Quando utilizzare Google Ads? Come funziona il tuo sistema di acquisizione?

La risposta su come funziona google ads in parte è nella domanda in questo caso.

Infatti Google Ads funziona molto bene in senso assoluto. Se pensiamo alla tecnologia impiegata e come viene trattato l’inserzionista. Ci sono miriadi di possibilità per ottenere nuovo traffico.

Qualcuno potrà invece pensare che Google Ads non funziona, oppure l’avrà provato ottenendo scarsi risultati.

Questo vuol dire soprattutto 2 cose, la prima è che per lui non ha funzionato in quel periodo con quelle impostazioni. E la seconda è:

“L’importante non è il cosa, ma il come”

Cioè l’importante non è tanto cosa stai facendo, ma è “il come stai facendo una cosa” che ti porta a un risultato.

Non sarebbe bellissimo potersi ricredere e utilizzarlo per migliorare visibilità ed entrate per il tuo business? Prenota una chiamata con noi. Di solito accettiamo la scommessa.

Come usare Google Ads: gli annunci

advertising con agenzia google ads partner

Come impostare una campagna annunci

Adesso che abbiamo un account non ci resta che impostare la nostra campagna pubblicitaria.

Per prima cosa dobbiamo scegliere il nostro obbiettivo pubblicitario principale tra quelli proposti:

  • ottenere più chiamate
  • aumentare vendite o registrazioni sul sito web
  • ricevere più viste nella sede fisica
  • aumentare la notorietà del brand grazie alle visualizzazioni video

Non vi resterà che compilare i campi con il nome della vostra attività, la landing page e scegliere che tipo di campagne promuovere.

Il prossimo passo sarà scrivere l’annuncio vero e proprio.

Esiste anche la modalità esperto per i professionisti, che propone molte altre categorie con obiettivi più specifici come: vendite, generazione di leads, generazione di traffico verso le nostre pagine, aumento della considerazione del prodotto e del brand, notorietà, la promozione di app, lancio di promozioni e aumento delle visite ai negozi locali e anche campagne senza obiettivo.

Per ognuna di queste categorie vi verrà proposta la campagna più adeguata.

A cosa serve impostare un obbiettivo per la campagna? Per ricevere consigli durante la campagna. Alcuni consigli di Google Ads funzionano molto bene e sono da attivare, altri da prendere in considerazione.

Il targeting delle campagne annunci

Ora non ci resta che scoprire come indirizzare i nostri annunci verso un audience con Google Ads.

Una volta creato l’annuncio e stabilito l’obiettivo della nostra campagna l’unico modo per raggiungerlo è targettizzare al meglio i nostri annunci. Scegliere adeguatamente il segmento di pubblico a cui mostrare l’annuncio, cioè chi lo vedrà per primo.

Google individua due categorie di targeting:

  • il targeting per il pubblico, cioè gli utenti che vuoi raggiungere
  • il targeting dei contenuti

Come funziona il targeting su Google Ads?

Partendo dal primo, i dati da prendere in considerazioni sono la loro identità, i loro interessi e le abitudini, cosa stanno cercando e le precedenti interazioni con i tuoi contenuti.

Questi dati possono essere suddivisi poi in segmenti di pubblico per ottimizzarne ulteriormente l’efficacia. Ne esiste un’ampia gamma e si differenziano in base al tipo di campagna.

Il targeting dei contenuti considera altri aspetti come:

Tra le altre impostazioni importanti troviamo anche il geo-targeting, cioè le località dove vogliamo che sia visto l’annuncio.

  • gli argomenti: l’annuncio viene indirizzato a più pagine contenenti un argomento specifico. Dedicato alla rete display, Google Ads prende in considerazione vari fattori e dopo aver individuato il tema centrale di ogni pagina, indirizza gli annunci in base agli argomenti che hai scelto.
  • il posizionamento: il target sono i siti visitati della rete display visitati dai tuoi clienti.
  • le parole chiave dei contenuti: scegliendo parole chiave pertinenti per il tuo prodotto o servizio puoi targettizzare gli utenti che effettuano ricerche con quei termini.
  • l’espansione alla rete display per la ricerca: Google Ads troverà gli utenti per te con offerte automatiche e targeting intelligente, come l’individuazione di momenti ad alto rendimento.

La scelta delle keywords.

Google Ads funziona grazie all’applicazione del criterio di pertinenza tra le parole utilizzate dagli utenti nelle loro queries, e le keywords che impostiamo per identificare i contenuti degli annunci.

La selezione di parole e frasi pertinenti e di qualità ti permetteranno di raggiungere potenziali clienti più facilmente, e come vedremo più avanti, anche di risparmiare.

L’utente vedrà il tuo annuncio pubblicato, se userà la parola chiave che hai scelto per i tuoi annunci nella sua ricerca.

Nei prossimi paragrafi spiegheremo nel dettaglio come funziona il meccanismo delle offerte su Google Ads, nelle aste. Ad ogni annuncio ed alle parole chiave viene assegnato un valore, stabilito sulla base del budget di spesa giornaliero per la pubblicità da noi impostato.

Il valore delle parole chiave dipende da fattori quali la qualità delle parole, la concorrenza nell’asta etc.

Per calcolare questo valore infatti esiste un punteggio di qualità, che è una stima su scala da 1 a 10, ed è visibile nei rapporti delle campagne, che vedremo nel dettaglio nel prossimo paragrafo.

La corrispondenza delle keywords

Il rendimento combinato di percentuale di clic prevista (Click Through Rate o CTR), pertinenza dell’annuncio e delle parole rispetto alla ricerca ed il livello di pertinenza e utilità della landing page, fondate a loro volta sulle impressioni storiche per ricerche esatte, determinano il punteggio di qualità.

Le singole componenti ricevono una valutazione che viene comparata con quella degli altri inserzionisti negli ultimi 90 giorni.

Adesso vediamo in Google Ads come funziona il meccanismo delle Keywords:

I tipi di corrispondenza delle parole chiave con le ricerche che puoi usare per i tuoi annunci possono essere diversi:

  • a corrispondenza generica (la keyword ed i suoi sinonimi)
  • esatta (la ricerca corrisponde esattamente alla keyword)
  • a frase, oppure
  • inversa (esclude le ricerche con le kw).

Google Ads propone anche uno strumento apposito per scegliere le parole chiave che è il Keyword Planner. Può essere utilizzato per avere previsioni sui costi e la pertinenza del nostro annuncio, ma anche per la SEO. clicca qui per saperne di più, grazie alle funzioni “trova nuove parole chiave”, puoi vedere parole correlate e volumi di ricerca, e “ottenere volumi di ricerca e previsioni”.

L’offerta ed il budget per gli annunci

Shooting studio conosce bene come funziona google ads e quali sono i suoi valori aggiunti nell'internet marketing

Come funziona la gestione della tua spesa per gli annunci in Google Ads?

Tutto ruota intorno al meccanismo dell’offerta e del budget.

L’offerta a sua volta è basata sul concetto di costo per click(CPC), pay per click, infatti la maggior parte delle campagne in Google Ads funziona come se ci fosse un pagamento a consumo per l’inserzionista. Cioè solamente quando l’utente fa click sull’annuncio si riceve l’addebito.

Il costo della pubblicità è invece quantificato sulla base dei volumi di visualizzazione di un annuncio da parte degli utenti, per Youtube.com.

Una volta stabilito un budget, cioè il limite di spesa che imposterai per una singola campagna, che deve corrispondere all’importo medio che intendi spendere su base giornaliera, potrai impostare la tua offerta CPC massima, cioè quanto sei disposto a spendere al massimo per un click. Questo se imposti la strategia di offerta CPCO(costo per click massimo ottimizzato. Una delle strategie di Smart Bidding disponibile.

Cioè un’offerta ottimizzata stabilita al momento dell’asta.

Come funziona Google Ads: le aste per gli annunci

Il posizionamento degli annunci su Google non è determinato solo dall’offerta più alta.

Anche la qualità dell’annuncio stesso è fondamentale per determinarne il ranking.

Infatti come avrai capito, meglio è posizionato l’annuncio più sarà efficace.

Utilizzando parole chiave e annunci particolarmente pertinenti potrai ottenere un posizionamento migliore anche rispetto a chi offre un CPC più alto.

In questo modo potrai spendere anche meno dell’offerta massima, perché ti basterà un budget ridotto per mantenere il ranking ed i formati degli annunci ottenendo un CPC effettivo minore.

Le strategie di offerta per gli annunci

Le strategie di offerta su Google Ads, o bidding strategies, possono essere manuali o automatiche.

Il concetto di CPC massimo che abbiamo visto nel paragrafo precedente si applica alle strategie di tipo manuale. Saremo noi ad impostare il CPC e a strutturare le nostre offerte per le campagne con l’utilizzo delle parole chiave e dei gruppi di annunci.

Ma vediamo come funzionano le strategie automatiche di Google Ads.

In questo caso il CPC massimo è determinato da Google in base alla probabilità che hanno di raggiungere un obiettivo.

Le principali strategie automatiche sono:

  • aumento delle visite: strategia massimizza i clic.
  • aumento della visibilità: quota impressioni target mostra il tuo annuncio in un punto specifico della pagina di ricerca per massimizzarne la visibilità.
  • ottenere più conversioni e lo smart bidding: CPA target di Google lavorerà per farti ottenere il numero massimo di conversioni dopo che avrai impostato il tuo CPA (costo per azione). Smart Bidding ottimizza tutti gli aspetti della strategia utilizzando una serie di indicatori per massimizzare le conversioni.
  • raggiungimento di un ritorno sulla spesa pubblicitaria ROAS: una volta impostato il ROAS target le offerte saranno pianificate per ottenere il maggior numero di conversioni rispettando il valore della conversione. Cioè cercando di non avere un costo per acquisizione che supera i parametri impostati.
  • aumento del valore delle conversioni: massimizza il valore delle conversioni

Infine puoi creare offerte per una singola campagna (standard) o per più di una contemporaneamente (strategia di offerta di portafoglio).

Le tipologie di campagne

esempio di come funzionano le campagne su Google Ads, tipologie

Le campagne search, comparire sulla rete di ricerca di Google

Queste sono le prime campagne rese disponibili da Google Adwords.

In questo tipo di campagne gli annunci vengono posizionati nelle pagine di ricerca del motore di Google.

Gli annunci sono composti soprattutto da solo testo e contrassegnati come “Annunci” o “Ads”, sono posizionati solitamente in alto sotto la barra di ricerca.(oppure al fondo della pagina)

Al momento della compilazione dei campi per la creazione dell’annuncio vedremo nella prima riga l’URL della landing page. Si possono aggiungere più titoli di 30 caratteri in modo che l’algoritmo ottimizzi i risultati a seconda della ricerca fatta dai diversi utenti. Allo stesso scopo per le descrizioni di 90 caratteri.

Per gli annunci locali si possono aggiungere indirizzo e numero di telefono.

Scopri di più sull’argomento in questa pagina.

La loro efficacia dipende dalle parole chiave scelte dall’advertiser per permettere l’identificazione del soggetto da promuovere. Anche la possibilità di scegliere l’audience a cui rivolgersi è importante.

Gli annunci compariranno solo quando l’utente compie una ricerca utilizzando quelle parole chiave.

Il circuito di App e siti internet più grande al mondo, le campagne display di Google

Vediamo come funziona Google Ads e le inserzioni visive sulle App e sui siti partner di Google.

Gli annunci pubblicitari in questo caso sono sotto forma di banner di testo e immagini e compaiono nei siti che fanno parte della rete display di Google. Quest’ultima è composta di milioni di siti, app partner oppure di proprietà come YouTube e Gmail.

Questo display network, raccoglie il 90% del traffico e si presta particolarmente bene per fare branding(Awarness) e quindi a coinvolgere nuovi utenti.

Questi annunci sono adattabili automaticamente per dimensioni, spazio e formato agli spazi pubblicitari disponibili, ottimizzandone il rendimento.

Soltanto la combinazione e la dimensione ottimale dei contenuti che carichi su Google Ads (immagini, loghi, titoli, video e descrizioni) vengono poi visualizzati. Google inoltre offre allo scopo anche una galleria gratuita immagini.

Gli annunci non solo si adattano automaticamente agli spazi, ma vengono anche integrati nelle pagine come nativi. Cioè, appaiono con il tipo di carattere e nello stile colore del sito del publisher.

Puoi caricare anche annunci illustrati di diverse dimensioni o in HTML5. Per ottenrli puoi rivolgerti a noi e consultare questa pagina.

Infine puoi ottimizzare la campagna durante la sua creazione ricevendo notifiche relative a potenziali problemi di rendimento, dovuti ad esempio ad errate impostazioni di targeting, budget etc.

A differenza degli annunci sulla rete di ricerca, gli annunci display ti permettono di raggiungere gli utenti interessati anche prima che abbiano effettuato una ricerca di un determinato servizio o prodotto, una differenza sostanziale per la tua strategia di marketing.

Le inserzioni in mail con Le campagne per Gmail

Sono categorie di annunci personalizzati e misti e vengono pubblicati nelle caselle di posta Gmail.

Sono misti perchè inizialmente l’utente vedrà un testo, cliccando si aprirà un’esperienza visiva. L’inserzionista pagherà solamente dopo il secondo click.

Possono inoltre essere sia targetizzati verso un audience, sia di remarketing.

Google utilizza le keywords che hai scelto scansionando la casella di posta.

Sono molto efficaci su dispositivi mobili e hanno un tasso di apertura del 50%.

Gli annunci shopping per aumentare la visibilità dei prodotti con Le campagne shop

Questo tipo di campagne è adatto a promuovere prodotti.

Nello specifico puoi promuovere il tuo inventario, aumentare il traffico sul sito web o presso il negozio locale e trovare leads più qualificati.

Dovrai caricare i dati dei tuoi prodotti su Merchant Center, che è la piattaforma dove potrai gestire il tuo feed di prodotti. Dopodiché sarà tutto pronto per creare una campagna annunci shopping.

Questi annunci verranno pubblicati su Google e sul Web, in posizioni strategiche ideali per far vedere ai potenziali clienti i tuoi prodotti. Per esempio dopo una ricerca.

Sono annunci semplici e immediati, infatti permettono di visualizzare la foto prodotto, prezzi, il nome del negozio e condizioni sulla spedizione.

Come funziona Google Ads per gli annunci shopping?

Potrai da qui preparare i tuoi prodotti:

  • per la vendita in diversi paesi ed in diverse lingue
  • il remarketing dinamico
  • dividendoli in diverse categorie per mostrarli in diversi annunci
  • ottimizzare altri aspetti avanzati legati ai prodotti.

Dopo il click l’utente sarà indirizzato alla pagina del prodotto del tuo e-commerce.

In Shooting Studio portiamo avanti campagne che incentivano la vendita di prodotti per i nostri clienti, se anche tu vuoi avvalerti di questo servizio, visita questa pagina.

Le campagne app per promuovere Applicazioni

Questo tipo di campagne permettono di:

  • Favorire il download della tua applicazione Android o Ios.
  • Incentivare l’utilizzo delle azioni per chi l’ha già scaricata.

Sono molto performanti ed oltre a questo, è possibile tracciare esattamente i risultati. Non solo per quanto riguarda il download; ma anche per monitorare le azioni importanti che vengono compiute in App.

Un pò come succede per un sito internet.

Grazie al Playstore di Google, ed a Shooting Studio avrai la possibilità di lanciare al meglio la tua app e monitorare i risultati. Contattaci qui e guarda la pagina dedicata.

Le video campagne e gli annunci su YouTube

Il motore di ricerca per i video più grande e usato al mondo!

Avrai la possibilità di creare un canale sulla web Tv di Youtube.com. Farti pubblicità e trovare nuovi contatti e clienti grazie alle funzionalità di Youtube creator ed alle campagne pubblicitarie video.

Oltre il 50% degli utenti che trovano un prodotto nella rete di ricerca di Google, in seconda battuta cerca approfondimenti proprio su Youtube. Ecco perchè dovresti esserci.

Una campagna video può essere personalizzata in molti modi con annunci che vanno dai 6 secondi fino a 240 secondi e oltre.

Contattaci qui e guarda la pagina dedicata.

Le campagne discovery

La rete delle news ed i contenuti Discovery, sono l’ultima frontiera in fatto di esplorazione e ricerca di nuovi utenti.

Grazie a queste campagne puoi raggiungere un pubblico totalmente nuovo e invogliarlo a inserirsi nel tuo sistema di acquisizione o nel tuo sito.

Sono performanti e hanno costi contenuti. Come tutte le altre campagne sei tu a decidere il budget da destinare.

Se vuoi approfondire, visita questa pagina.

Le nuove campagne performance max

Fatti trovare con Google, come funziona google ads

Raggiungi gli utenti su tutte le 8 reti di Google con un’unica campagna. Questa tipologia di campagna utilizza i tuoi indicatori di pubblico e altri indicatori per permettere di farti trovare nuovi utenti in target.

Utilizza il sistema di machine learning e un algoritmo sviluppato per farti ottenre il massimo dal tuo investimento.

Molto performanti quindi e altamente utilizzate per la conversione finale, per esempio la vendita, ma non solo.

A patto però che vengano impostate correttamente, per ottenere campagne performanti puoi contattarci qui.

Promozioni e visite ai negozi locali

Per un’attività locale sono campagne che incentivano la visita in negozio. Anche queste sono monitaribili su alcuni utenti(quelli che concedono il permesso).

Sono un’ottimo modo per far si che il punto vendita sia conosciuto e poi frequentato da nuovi clienti.

Le conversioni in questo caso si possono importare e girare quindi al sistema di Google. Anche le vendite fatte nei negozi vanno importate, inserendo i giusti parametri di monitoraggio e negli elenchi inviati, Google assocerà le vendite alle visite.

Le regole per le campagne pubblicitarie

Teniamo presente che le campagne pubblicitarie su Google sono soggette a norme editoriali e sono sottoposte a controlli prima della pubblicazione.

In generale le norme di Google coprono quattro macro-aree:

  • Contenuti vietati: prodotti o servizi contraffatti, pericolosi, favoreggiamento di comportamenti disonesti, contenuti inappropriati. Puoi vedere la documentazione ufficiale di Google qui.
  • Pratiche vietate: riguardano abusi della rete pubblicitaria, la raccolta e l’utilizzo dei dati, la rappresentazione ingannevole.
  • Funzionalità e contenuti soggetti a limitazioni: determinati tipi di annunci sono soggetti a limitazioni per i minori di 18 anni. Tra le categorie oggetto di limitazioni troviamo i contenuti di natura sessuale, gli alcolici, copyright, giochi e scommesse etc.
  • Requisiti redazionali e tecnici.

Se vuoi saperne di più puoi consultare le guide di Google qui.

In generale consigliamo di affidarsi a professionisti certificati per la pubblicità su Google ads, da un lato per ottenere risultati migliori dal tuo investimento, ma anche per evitare di incorrere in blocchi dell’account o ban definitivi.

Le metriche e gli altri elementi della campagna, come funzionano per Google ads?

Google ads insieme alla strategia ed il marketing mix per ottenere risultati migliori

Cosa determina il ranking di un annuncio

Il ranking di un annuncio è importante per ottenere risultati pertinenti per gli utenti. Infatti uno degli aspetti che caratteriza il successo di Google nel tempo è l’estrema attenzione per la pertinenza e l’esperienza dell’utente.

Per avere un buon quality score del tuo account dovresti rispettare quindi le linee guida di Google. Sono davvero molte e possono permettere di migliorare le prestazioni delle tue campagne, del tuo account e anche l’esperienza dell’utente.

Il quality score è determinato da 3 fattori principali che sono : le keywords scelte, il testo dell’annuncio e la pagina di destinazione.

Ti basti sapere che la pubblicità costa anche meno per chi ha un quality score alto. Infatti è preso in considerazione dall’algoritmo di Google ed al momento dell’asta determina, per esempio, la possibilità di comparire nei risultati o meno; anche comparire in una posizione più o meno alta,(ranking dell’annuncio) rispetto ai concorrenti insieme al costo del singolo click sono influenzati dal punteggio di qualità.

I nostri clienti migliori hanno un quality score elevato, perchè ottimizziamo continuamente le campagne con attenzione alla pertinenza ed a non infrangere le policies di Google. Chiamaci se vuoi impostare un sistema di comunicazione pubblicitaria online per il tuo business davvero efficace, visita questa pagina.

I gruppi di Annunci o gruppi di adset

Cosa è un gruppo di annunci in una campagna? Nel gruppo di annunci puoi impostare le opzioni di targeting dei singoli annunci ivi contenuti.

Oltre a questo puoi dividere le campagne grazie ai gruppi di annunci per esempio anche per argomento, nel caso tu stia sponsorizzando contenuti diversi tra loro.

I gruppi di annunci possono ruotare in modo proprozionale per ottenere pari visibilità tra loro, oppure possono essere ottimizzati da Google.

A seconda dei tuoi obbiettivi di marketing, i gruppi di annunci hanno diverse opzioni impostabili.

Per esempio per le campagne sulla rete di ricerca puoi creare le Dynamic search ads. Cioè un gruppo di annunci con destinazione su più pagine. Tutto automatizzato tranne la scelta degli url, titoli e descrizioni.

Con questi annunci automatici, sarà Google a scegliere le Keywords in base a ciò che troverà sulle tue pagine di destinazione.

Gli annunci e le estensioni

In Google ads come funziona l’annuncio?

Qui entra in gioco la parte più importante della campagna. Gli annunci, libero sfogo a test e creatività.

Quale performerà meglio? Spesso impieghiamo tempo e fatica nel creare molti annunci e siamo poi indecisi su quale pubblicare.

Tieni invece presente, che sarà il pubblico a darci questa risposta, per questo iniziamo le campagne con diverse creatività a seconda dei segmenti di utenti impostati a livello di gruppo di annuncio.

Ogni tipo di campagna ha le sue tipologie di annunci, e di estensioni dell’annuncio. Le estensioni sono delle parti “opzionali” dell’annuncio, disponibili in alcune tipologie di campagne che aiutano a renderlo più efficace.

Le estensioni possono dare informazioni su: Fasce di Prezzo, link aggiuntivi, tipologia di servizi accessori, promozioni particolari, immagini, contatti, raccolta leads e molto altro.

Le metriche principali ed i KPI

Le metriche sono i numeri delle campagne. Per esempio le impressions sono il numero di volte in cui l’annuncio viene visualizzato.

Come funzionano i kpi in Google ads?

Un kpi è un indicatore di prestazione. Possiamo decidere nella nostra strategia pubblicitaria di monitorare alcuni valori importanti. Al raggiungimento potremo dire che abbiamo avuto successo oppure no, tenendo traccia di queste metriche.

Oltre al numero delle vendite mensile dell’ecommerce, bisogna tenere sotto controllo anche altre metriche. Per esempio, se il tasso di conversione dell’ecommerce è un’ottimo 3%, tenendo sotto controllo le metriche come “numero di utenti unici”, possiamo far si di aumentare le vendite.

Questo è un esempio banale e semplice, i KPI vanno impostati assieme alla consulenza di professionisti con esperienza di strategie pubblicitarie e di Google ads.

Quali sono gli altri elementi dell’account di Google ads? Come funzionano?

Google Ads express per impostare le campagne in modo facile e veloce

La prima volta che crei un account su Google ads, accederai con questa modalità.

E’ una modalita semplificata che rende molto facile creare e lanciare una campagna in poco tempo.

Se sei un utente esperto dovresti passare subito alla modalità avanzata, facendo click sul simbolo apposito nella barra degli strumenti.

Infatti Google Ads Express permette a chiunque di lanciare una campagna più o meno ottimizzata ed automatica, ma non sarà possibile accedere a tutte le opzioni.

In qualsiasi momento si può passare dalla modalità semplificata a quella avanzata con un click.

Quando iniziamo a lavorare con clienti che utilizzavano questa modalità, solitamente otteniamo un +50% di risultati ed un costo minore.

Se hai configurato il tuo primo account Google Ads in questo modo, scrivici qui per poter usufruire di tutte le funzionalità avanzate ed ottenere risultati migliori.

I gruppi di utenti e la segmentazione: elenchi di pubblico di Google Ads

Se sei accreditato da Google e rispetti le regole, potrai utilizzare i segmenti di pubblico per il remarketing.

Comunque sia, potrai creare elenchi di utenti che hanno interagito con il tuo sito, la tua app, oppure il tuo canale Youtube. Se sai come farlo puoi crearli direttamente da Analytics oppure da Google ads.

Un’altra possibilità è caricare un’elenco di contatti o di clienti.

Oltre a questi ci sono gruppi di pubblico “costruiti” oppure “nativi prestabiliti”.

Oltre 100 categorie nei segmenti in-market, altamente performanti e segmentati su tutte le reti da Google. Oppure puoi costruirli da te inserendo parole chiave, app o siti internet visitati dagli utenti.

Anche qui sono la pratica e l’esperienza che ti portano a trovare soluzioni performanti e vincenti.

Cosa sono Le conversioni dell’account?

Sono alcuni degli obbiettivi misurabili per determinare le performance dei tuoi investimenti pubblicitari.

Alcune conversioni sono “monitorate in automatico” da Google, che mostrerà i risultati, ma, la maggior parte delle conversioni sono personalizzabili.

Quindi noi le impostiamo in vari modi sui siti e sulle app dei nostri clienti. Questo è l’unico modo per ottenere risultati monitorabili. Inoltre è l’unico modo per inviare alla piattaforma informazioni su quali sono gli utenti che convertono(cioè i migliori per il tuo business).

Così facendo la piattaforma di Google funzionerà molto meglio. Questo è l’unico modo.

Noi impostiamo per i nostri clienti tutte le conversioni in modalità Browser side, con javascript ma anche server side, che sono più accurate.

Chiamaci da qui per ottenerle per il tuo account, insieme a un piano prestabilito dei tracciamenti per le tue proprietà. Visita la pagina.

Le altre librerie condivise e gli elenchi

Mantieni ordinati i tuoi asset in questa scheda, parole chiave, esclusioni e posizionamenti utilizzabili per più campagne.

Grazie a ciò è possibile strutturare in maniera più veloce tutte le tue campagne.

Gli strumenti di pianificazione e di previsione del rendiento

Ottieni previsioni sul traffico e sui risultati attendibili. E’ valido per tutti gli account che hanno già uno storico. Utilizzandoli sistematicamente contribuiranno a mantenere aggiornate le tue campagne ed affrontare i cambiamenti di stagione e di preferenza degli utenti.

Il keyword planner

A cosa serve il keyword in Google Ads? Analizziamo come funziona il budget in Google Ads e come scegliere le parole chiave.

A seconda della parola chiave con cui vogliamo far comparirei nostri annunci, avremo le stime sul costo medio per click(CPC) ed il volume di ricerca mensile. Organizzando le keywords per gruppi o insieme, avremo una previsione dei risultati e della spesa.

Uno strumento utilissimo quindi il pianificatore di parole chiave permetterà anche di creare una campagna partendo da questi insiemi di parole chiave.

Shooting Studio studiamo campagne pubblicitarie efficaci

Altri tools che utilizziamo per capire tutto sulle visite al sito e migliorare i risultati

In pratica tutti gli strumenti della Google Marketing Platform e alcuni altri di Google Cloud.

Utilizzati insieme e configurati a puntino, il tutto funziona meglio.

  • Optimize permette di fare test a/b sul traffico e sugli elementi delle pagine.
  • Analytics 3 e 4, la base per monitorare i risultati.
  • Tag Manager browser o server oppure il codice custom, per impostare i tracciamenti e segmentare ulteriormente gli utenti.
  • Google Data Studio per creare reports belli, aggiornabili e dinamici.
  • Studio per campagne unificate.
  • Survey per questionari.
  • Google search consolle per monitorare i posizionamenti e la ricerca organica

Se anche te vuoi ottenere consulenza con il nostro marketing expert, puoi scriverci qui.

Google ads editor il tool per pianificare campagne da offline

Questo software rilasciato da Google permette non solo di impostare una campagna off-line per pubblicarla successivamente. Inoltre, consente anche di caricare la stessa campagna su più account differenti.

Per chi deve gestirne molte contemporaneamente, è possibile risparmiare tantissimo tempo. Questo perchè il software Google Ads editor in locale è molto più veloce rispetto alle pagine online di Google ads, per ovvie ragioni.

Come funziona Google ads editor insieme a Google Ads? Si integrano perfettamente ed è possibile mantenere un backup – off line di tutte le campagne.

Al momento il software Google Ads Editor è scaricabile e gratuito.

Account particolari per Google ads

Gli account semplificati per gli annunci locali di Google

Un particolare tipo di account per alcune imprese di servizi locali. Scopri tutto in questo articolo, per capire se sono adatti al tuo business.

In pratica è una sorta di PPC dedicata ai risultati di ricerca locali che funziona con gli stessi principi di Google Ads.

Ricordati anche di controllare che la tua attività rientri nella lista delle attività di servizi locali abilitate da Google, o il tuo account non sarà approvato.

Google Ads grants, un supporto apposito per le no profit

Per ottenere le agevolazioni del programma Google Grants per le attività con scopi sociali, come associazioni ed onlus, dovrai prima essere accettato nel programma. A questa pagina trovi i requisiti principali.

Qui invece puoi procedere nella compilazione della domanda.

Una volta entrato a far parte potrai usufruire del bonus di 10 mila euro annui che attualmente Google mette a disposizione per questi enti.

Il credito pubblicitario di Google Grants sarà erogato in modo automatico, all’esaurirsi si procederà con la normale fatturazione.

Un occhio di riguardo per tutte le no profit che svolgono un lavoro importante.

Le Campagne per Hotel e case vacanze

Per gli annunci di questo tipo ci sono procedure e norme differenti per ogni tipologia di inserzionista.

Le campagne per Hotels di Google Ads sono studiate per far rendere al massimo la visibilità della tua struttura ricettiva.

Le inserzioni compariranno nella ricerca di Google o nelle ricerche degli utenti su maps.

Siccome sono annunci dinamici, non è sempre così facile e intuitivo configuare il tutto.

Puoi avvalerti del nostro aiuto per ottenere la configurazione, le creatività ed i reports sulle campagne. Visita questa pagina, scrivici da qui.

0 0 voti
Votazione
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Commento in linea
Vedi tutti i commenti
[“105”]

Tabella dei Contenuti

0
Facci sapere come la pensi...x